Ombra e radura dell’umanità. Il significato “ecologico” della notte

È vitale essere civis, creare civiltà disboscando le cose selvatiche che ci ostacolano, ma lo è ugualmente lasciare in noi e intorno a noi una parte di foresta simbolica, di ombra o d’inspiegabile radura, perché siamo anche fatti di mistero e fantasia. Carlo Grande, scrittore e giornalista, spazia da Boccaccio a Thoreau, da Gilgamesh a Dante, da Macbeth ai fratelli Grimm, autori in cui sempre si ripropone l’eterno binomio civiltà-foresta: istanze entrambe necessarie a noi umani, esseri razionali ed istintivi, fatti di “mentalismo” e insieme di sentimento.

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili
I possessori di Carta Extra possono prenotare il posto in sala

Torino Spiritualità 2019
Palazzo Granieri della Roccia
Via Giambattista Bogino 9
Orari di segreteria
Lunedì - Venerdì | 8.00 - 18.00
Sabato e Domenica | Chiuso
Gli altri progetti della Fondazione Circolo dei lettori:

Un progetto di

Con il sostegno di

Con il patrocinio di