Desidero piano, perché i miei desideri sono fragilissimi. Piccoli, ma infiniti. Desidero forte perché i miei desideri sono vuoti che spalancano. I miei desideri hanno la forma della nostalgia, altri ancora sono folate di meraviglia. Desidero tempo, ma tempo che non mi serva a niente. Desidero, ma non voglio che finisca. Aspetto. Guardo le stelle, il cielo, cerco. Perché il desiderio è lo spazio di tutti i possibili. Desidero e ringrazio, per l’amicizia, per tutti quelli che sono piccoli, liberi e limpidi. Desidero e ringrazio per quando siamo allegri e leggeri. Per quando sappiamo prendere lo slancio e puntare oltre, più in su, verso l’altezza delle nostre aspirazioni. Perché “desideranti” siamo tutti noi, abitati da mancanze, ma anche da stelle, parole, e nuvole.

Si è concluso Torino Spiritualità, l’edizione che ha esaudito desideri.
Grazie dell’affetto, ci rivediamo il prossimo anno!

Grazie ai sostenitori della manifestazione, che ci aiutano a renderla grande e bella: Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione Compagnia di San Paolo, FONDAZIONE CRT, Teatro Stabile Torino – Teatro Nazionale. Un sentito grazie ai partner: al main partner Lavazza Group, al partner Audible e al partner tecnico Acqua Sparea.

E ancora


Alcuni incontri - come Recalcati, Mancuso, Bianchi, Lingiardi - li trovi sullo shop, per rivederli quando più ti va.


Ti sei perso un evento o lo vuoi riascoltare? Vai su SoundCloud o Spotify: c'è la playlist dedicata (in aggiornamento).